L’alta formazione nel settore agroalimentare

19/05/2020

Il Master in Food Quality Management and Communication

Ludovica Cerini

 

Il Master in Food Quality Management and Communication, giunto alla sua quinta edizione, si pone come obiettivo di rispondere alle richieste delle imprese del settore food.

Nel 1984 l’ingegnere elettronico K. Pavitt classificava il settore agroalimentare tra quelli supplier-dominated, ovvero con uno sviluppo dell’innovazione di origine esterna e tendenzialmente legata alle richieste dei fornitori. Con una lente ingrandita sulle dinamiche attuali ci accorgiamo che la suddetta classificazione è ben lontana dal rappresentare la realtà del food & beverage, dato che negli ultimi anni è divenuto tra quelli a più alto tasso di innovazione, ricerca e sviluppo con strette interrelazioni con il mondo nutraceutico, medico e farmaceutico.

Si assiste ad un fenomeno di rivoluzione digitale, con applicazioni che vanno dal controllo di filiera alla qualità, alla scurezza, alla comunicazione. Si assiste altresì all’ingresso nelle sperimentazioni della blockchain, nelle applicazioni delle tecnologie di industria 4.0, che riguardano non solo la trasformazione ma anche la coltivazione, con l’affermazione del paradigma della precision agriculture e precision viticulture. Senza trascurare il delivery, il packaging, il food waste e il controllo degli sprechi.

In un quadro così complesso, dove i modelli di business non sono in grado, per funzione e per struttura, di rispondere in maniera adeguata ai cambiamenti in atto, si pone come centrale l’esigenza di alta formazione, in grado di intervenire in maniera tempestiva nel percorso di sviluppo di competenze e skill che le imprese possono inserire nelle loro strutture organizzative al fine di gestire la complessità.

Il Master Food, di primo livello, si rivolge a laureati in tutte le discipline, proprio sul presupposto che il settore alimentare è multidisciplinare e i manager devono saper “dialogare” con tutte le figure interne all’azienda per creare il giusto commitment presupposto imprescindibile delle imprese di successo.

Il Master in Food Quality Management and Communication si rivolge ai neolaureati che vogliono acquisire competenze per lavorare con successo nelle imprese del settore alimentare, nella grande distribuzione organizzata e nei servizi legati alla qualità, alla sicurezza, alla comunicazione e ai professionisti che intendono migliorare la loro posizione all’interno delle imprese.

La formula scelta è quella del part-time, a settimane alterne, con un impegno in aula il venerdì per l’intera giornata e il sabato mattina. La durata del master è annuale, con inizio delle lezioni a novembre e con temine a metà luglio. La didattica prevede la partecipazione attiva alle lezioni con esercitazioni, attività pratiche, problem solving, role playing e analisi di casi studio.

Gli allievi lavorano a stretto contatto con manager qualificati per elaborare soluzioni innovative ai temi dell’industria agroalimentare con particolare riferimento alla qualità e alla comunicazione. Gli allievi si mettono alla prova anche con la partecipazione al Food Business Game, una competizione basata sulla elaborazione di una risposta ad una call aziendale che si formalizza con la predisposizione di un progetto che se prescelto verrà premiato per originalità, valore e contenuto. I premi sono consegnati direttamente dall’impresa con una giornata di incontro in cui possono prendere forma idee di collaborazioni e incarichi futuri per tutti gli allievi.

L’offerta formativa, elaborata grazie ad un continuo scambio di informazioni con le iprese del settore, prevede otto moduli formativi che a partire da quello di base, orientato ad uniformare le conoscenze dei profili multidisciplinari degli allievi, si sviluppa con argomenti legati alla food law, alle relazioni sistemiche tra alimentazione e nutrizione, allo studio della filiera del settore agroalimentare, ai modelli gestionali di imprese consolidate, start-up e innovative, per poi approfondire i temi specifici della qualità e sicurezza.

I corsi per Lead Auditor sui Sistemi di Gestione della Qualità ISO 9001:2015 e sui Sistemi di Gestione della Sicurezza ISO 22000:2018, entrambi accreditati, sono svolti in convenzione con SGS Italia, partner del Master Food fin dalla sua prima attivazione. Sulla scia delle recenti modifiche del mercato sono stati introdotti anche i corsi British Retail Consortium (BRC) e International Food Standard (IFS) entrambi global standard for food safety e utili riferimenti per tutte le imprese che intrattengono rapporti contrattuali e non con la grande distribuzione organizzata. In parallelo, il partenariato con Conad s.p.a. ci consente di sviluppare la tematica delle certificazioni di prodotto, in fase di forte sviluppo ed elemento sempre più determinante nella logica di selezione della GDO.

Nella prossima edizione che prenderà avvio a novembre 2020 due sono le novità principali, il rafforzamento della parte gestionale e l’introduzione dei temi legati alla sostenibilità intesa come riduzione degli scarti, tutela ambientale e recupero dei sottoprodotti con nuovi modelli di impiego che contribuiscono ad aumentare la redditività di impresa.

Ad accompagnare gli allievi nel percorso di crescita e di collegamento con il mercato altre due attività ci contraddistinguono ovvero le lezioni in inglese dedicate alla costruzione di un syllabus per tutti i frequentanti e la figura del coach che aiuta nel percorso motivazionale a identificare il percorso professionale più idoneo a potenziare le attitudini individuali.

Il dinamismo del settore alimentare ci pone continuamente di fronte a nuove sfide, ma le nostre oltre 30 aziende partner costituiscono un supporto fondamentale per conoscere in anticipo le necessità e conseguentemente strutturare i percorsi formativi più adeguati a soddisfare le loro esigenze.

Le collaborazioni con le imprese riguardano grandi gruppi di rilevanza nazionale come Colussi Group, Ferrarelle, Illy Caffè, Orogel, Amedei, IKEA, Granarolo, Centromarca, INDICAM, Micoperi Blue Growth, ma anche realtà di eccellenza territoriale come Löwengrube, Sfera Agricola, Biancoforno, Savini Tartufi , NtFood ed ElleFree.

Per tutti gli interessati possono accedere al sito masterfoodmanagement.ec.unipi.it per scaricare la brochure e visionare tutti i contenuti informativi oppure scrivere un’email all’indirizzo masterfood@ec.unipi.it.

Rimani sempre aggiornato

Iscriviti alla newsletter e non perderti nessun articolo in uscita

Iscrivimi

Tipiace la rivista?

Abbonati subito!

Scegli tra diversi tipi di abbonamento quello più adatto a te e ricevi tutte le uscite di Tecnologia&Innovazione.

Abbonati ora

Scopri di più

Potrebbe interessarti anche…

A scuola di impresa: come si innova in Amazon

A scuola di impresa: come si innova in Amazon

17/08/2021 Un toolkit per la partecipazione ai processi innovativi Alessio Campoccia "Il secondo è un giorno di stasi. Il terzo, un giorno irrilevante. Segue un declino straziante e doloroso. E poi la morte. Ecco perché deve essere sempre il primo giorno." Questa...